sabato 13 luglio 2013

Glenn Steckling e le Basi Extraterrestri sulla Luna


In una intervista realizzata dal noto programma Coast to Coast AM di George Noory, Glenn Steckling, autore e ricercatore ufologico americano ha illustrato le evidenti prove fotografiche della NASA provenienti dalle missioni dell'Apollo11 che mostravano attività minerarie, strane strutture artificiali, oggetti luminosi e delle rovine nella parte nascosta della luna, supportate anche da varie fotografie di Ufo che sorvolavano la superfice lunare come se stessero spiando gli astronauti nella storica missione dell'Apollo11. Glenn Steckling aveva iniziato ad indagare sul fenomeno Ufo ed extraterrestre da quando suo padre Fred Steckling mori' nel 1991. Questa sua dottrina e' frutto di anni di esperienze personali e di informazione collettiva. Attualmente e' in possesso di prove fotografiche e documenti di avvistamenti che intende divulgare, ereditati della sua famiglia oltre 60 anni fa.


L'ultima revisione di Glenn relativa al libro di suo padre "Basi Extraterrestri sulla Luna", in "Basi Extraterrestri sulla Luna 2", contiene una combinazione di più di 100 fotografie della NASA attraverso le quale discute il mito che c'è dietro alla parte nascosta della Luna e le varie teorie, evidenziando la crescente possibilità dell'attività extraterrestre.

Glenn Steckling

Glenn discute delle prove che sostentano l'ipotesi di una base extraterrestre sulla luna riferendo che ci sono numerose anomalie, come zone luminescenti ed oggetti brillanti osservati negli anni 80. "È evidente che sulla luna c'è qualche tipo di attività che si sta portando a termine", aveva riferito Steckling.

Glenn Steckling afferma che gli astronauti come Gordon Cooper e lo scienziato francese Maurice Chatelain, avevano dichiarato che nelle missioni della NASA sulla Luna furono individuate delle navicelle extraterrestri, i quali erano convinti che gli extraterrestri sono essenzialmente benefici e non ostili e vivono tra noi, con sembianze umane, in modo da non farsi riconoscere.

Nell'intervista Steckling fornisce dettagli circa le perturbazioni atmosferiche, le nuvole sulla superficie lunare e le inspiegabili fonti di luce e le presunte attività minerarie.


Gordon Cooper - Angeles Herald Examiner, 15 Agosto 1976: "Esseri intelligenti di altri pianeti visitano abitualmente il nostro mondo nel tentativo di entrare in contatto con noi. Mi sono imbattuto con varie astronavi durante i miei viaggi spaziali e la NASA ed il governo americano ne sono a conoscenza e possiedono una gran quantità di prove. Nonostante tutto, mantengono il segreto, al fine di non allarmare la gente".

Il professore Herman Oberth il padre dello studio dei razzi e dell'era Spaziale aveva dichiarato: "La mia tesi è che i dischi volanti sono reali e sono imbarcazioni spaziali di un altro sistema solare e credo che siano pilotate da esseri intelligenti che sono membri di una razza che sta studiando il nostro pianeta da molti secoli".



Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...