mercoledì 17 aprile 2013

La Costola di Adamo

A volte gli indizi che cerchiamo per supportare le nostre ipotesi potrebbero essere sempre stati davanti ai nostri occhi...
 
"Dio il Signore fece cadere un profondo sonno sull'uomo, che si addormentò; prese una delle costole di lui, e richiuse la carne al posto d'essa. Dio il Signore, con la costola che aveva tolta all'uomo, formò una donna e la condusse all'uomo” (Gn 2:21,22).

Studi biblici moderni hanno evidenziato l'errore di traduzione che riguarda la parola "costola". In ebraico infatti la parola tzèla, oltre al significato di "costola" significa "metà". Sostituendo la parola "metà" a "costola" la descrizione della creazione trova più senso e ci mostra un'incredibile coincidenza.

Infatti nel 1953 con la scoperta del DNA ci si accorse che nell'uomo sono presenti due gruppi di cromosomi X e Y, mentre nella donna troviamo due coppie di X. La donna quindi sotto questa nuova forma di interpretazione è formata da 2 metà identiche dell'uomo. Sostituendo quindi la parola metà a costola ecco come appare la nuova descrizione genetica della bibbia:

“Dio il Signore fece cadere un profondo sonno sull'uomo, che si addormentò; prese una META' (X) di lui, e richiuse la carne al posto d'essa. Dio il Signore, con la META' (X) che aveva tolta all'uomo, formò una donna e la condusse all'uomo”.
 

1 commento:

Ti potrebbero interessare anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...