martedì 6 novembre 2012

Operazione Paperclip - Introduzione

Operazione Paperclip (anche accreditato come Progetto Paperclip, dove è possibile tradurre il termine inglese "paperclip" in italiano, con "graffetta") era il nome in codice di un'operazione dell'Office of Strategic Services (OSS) statunitense volta a reclutare gli scienziati tedeschi dalla Germania nazista, nelle fasi immediatamente successive alla fine della seconda guerra mondiale anche con il fine di evitare che le conoscenze scientifiche naziste finissero nelle mani dell'Unione Sovietica.

L'Operazione Paperclip ("graffetta") ebbe inizio nel novembre 1945, che consistette nell'importazione di ex-nazisti, circa 20.000 fra scienziati tedeschi e loro famigliari, tra il 1945 ed i primi anni settanta. L'obiettivo era sottrarre all'URSS durante la guerra fredda l'acquisizione dei progressi scientifici compiuti dalla Germania nazista. Il Presidente Truman autorizzò l'operazione a patto che gli scienziati non fossero stati membri del partito nazista e più che nominalmente partecipi nelle sue attività, o sostenitori attivi del militarismo nazista. In molti casi però i servizi segreti (Joint Intelligence Objectives Agency, JIOA) ritoccarono i curricula degli scienziati per permetterne il reclutamento. Le nuove identità degli scienziati venivano allegate ai fascicoli con delle graffette, da cui il nome dell'operazione.


Nessun commento:

Posta un commento

Ti potrebbero interessare anche...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...